venerdì 31 ottobre 2008

Affinità


Quando ho intrapreso, senza accorgermene, questo lento, faticoso ma incessante cammino verso un qualcosa di sconosciuto, ma che ha sempre fatto parte di me, non ho fatto altro che incontrare persone uguali a me;

Persone che ricercano conoscenza e sapere, persone che consapevolmente o inconsapevolmente scavano, e qualcuna di queste anche se non trova esattamente ciò che cerca, riesce ad arricchirsi, a riempire sé stessa di emozioni anche senza necessariamente arrivare fino al Centro;

e’ come se una gigantesca ragnatela avvolgesse il mondo e, nell’intersecarsi dei suoi fili, annodati tra loro, spiccassero piccoli punti di luce, e tutti insieme rischiarino la Terra come piccole lanterne nel buio dell’odio…

4 commenti:

  1. Già.... sono convita che questo nostro "ritrovarsi" sia importante...
    Importante per capire, sentire, ricongiungersi al nostro passato che è parte del mio, del tuo e di tutti coloro viaggiano su questa lunghezza d'onda.
    Io sono, e tu sei parte di me, e chi si unisce in questa "ragnatela" è parte di me e di te.... noi siamo parte del Tutto.

    RispondiElimina
  2. ci si "ritrova" sempre..oltre i confini del tempo e dello spazio...
    RAAM... * * *

    RispondiElimina
  3. E' una descrizione molto "castanediana", mi piace.

    RispondiElimina
  4. E poi le chiamano coincidenze...!

    RispondiElimina