giovedì 12 febbraio 2009

Angelo Nero

"Fiore Nero della Notte,
Dèmone Oscuro,
che turbi i miei Sonni,
Inebriami d'Assenzio,
Affinchè io non mi desti;
saziami lo Spirito,
cibati del mio Corpo,
straziane le Carni e
bevine il suo Sangue,
e quel che ne rimane,
donalo agli Dei,
affinchè io,
possa divenire
Immortale"

3 commenti:

  1. Arduo e intenso il compito di quest'angelo...

    anche se gli Dei non potranno far altro che accogliere con gratitudine un tale..prezioso..
    dono.

    RispondiElimina
  2. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina